Archivi del mese: agosto 2018

Ultrabook Intel Celeron N3450 Quad Core 14.0″, Laptop Case di Metallo Windows 10 Display FHD 1920*1080, 6GB RAM 64GB ROM, 2MP Fotocamera, Supporto Dual WIFI, Bluetooth 4.0, SSD, Argento

 

portatile con windows 10

 

 

 

 

 

Acquista su AMAZON

Elegante design: il prodotto è coperto da lega di alluminio aeronautico, il bordo tagliato precisamente ti porta un’esperienza speciale. 14 “Schermo con risoluzione 1920 * 1080 (pixel), ampio schermo ad alta risoluzione, troverete l’immagine più delicata e dettagliata, rendendo la vita luminosa e vivace.

Windows 10: impostazioni umanizzate più potenti, che possiedono prestazioni operative perfette e ti aiutano ad affrontare la maggior parte delle cose nella vita quotidiana.

Forte Intel processore: Intel N3450 Quad Core e GPU Intel HD Graphics 500, due ottimoi processori ti consentono di navigare online e giocare senza attesa.

6 GB di RAM e ROM da 64 GB: una RAM di grandi dimensioni consente al laptop di funzionare senza problemi, dotato della memoria di 64 G, la funzione è molto fluente. EZbook 3L Pro ha uno slot M2 SSD (dimensioni: 22 * 42 mm), quindi è possibile inserire un SSD per espandere la memoria fino a 128 GB.

Supporto di duel Wifi di 2.4 Ghz + 5Ghz e bluetooth 4.0, offre più opzioni di trasmissione del documento. HDMI espande l’opzione di visualizzazione, la fotocamera frontale 2.0MP ti consente di catturare momenti memorabili o chattare con gli amici.

Acquista su AMAZON

 

 

 

 

Microsoft Store su dispositivi Windows 10 ora mostra la nuova opzione lista dei desideri

Microsoft Store su dispositivi Windows 10 ora mostra la nuova opzione lista dei desideri

Microsoft in precedenza era stato segnalato che stava testando una funzionalità della lista dei desideri sullo Store che avrebbe consentito agli utenti di salvare app, giochi, hardware e supporti trovati nel marketplace online per un uso successivo. Ora, il gigante del software sembra aver iniziato a implementare questa opzione per Microsoft Store sul web e sull’app Store per i dispositivi Windows 10.

L’opzione lista dei desideri non si presenta sotto forma di pulsante, però. È in una forma di testo che si trova sotto il titolo di un gioco o di un’app.

Nello screenshot qui sopra, si può vedere che il testo della lista dei desideri si trova accanto all’opzione del mozzo di gioco. Tuttavia, la funzionalità della lista dei desideri deve ancora apparire sulle console Xbox One e sui telefoni cellulari Windows 10. Inoltre, Microsoft tace quando la funzione colpirà quei dispositivi.

Mentre il link di testo della lista desideri è ora disponibile sul sito di videogiochi e app in Microsoft Store, la funzione non sembra ancora funzionale, senza che nulla avvenga effettivamente quando viene cliccato. Inoltre, al momento non è possibile vedere la lista dei desideri di un utente.

Insieme all’opzione lista dei desideri, il gigante di Redmond ha anche testato una nuova funzionalità del carrello che è stata ufficialmente aggiunta ai dispositivi Windows 10 e Xbox One la scorsa settimana . Queste funzionalità fanno parte degli sforzi più ampi di Microsoft per ridisegnare lo Store e renderlo più attraente per gli utenti.

Fonte Neowin

Microsoft sta lavorando con i fornitori per ridurre al minimo i falsi positivi rilevati da Windows Defender

Microsoft sta lavorando con i fornitori per ridurre al minimo i falsi positivi rilevati da Windows Defender

Microsoft Defender di Windows è un software di protezione antimalware affidabile e utilizzato da molti utenti di Windows e la società è riuscita a compromettere molti attacchi informatici dannosi utilizzando le tecniche difensive multistrato dell’antivirus in passato.

Tuttavia, i classificatori più aggressivi di Windows Defender a volte individuano anche i file sicuri come dannosi, il che rappresenta un problema per gli utenti e per i fornitori di software. Al fine di minimizzare questi falsi positivi, Microsoft sta lavorando con l’industria delineando alcune tecniche che le aziende dovrebbero praticare per evitare questi rari casi.

I giganti di Redmond sottolineano che il modo più sicuro con cui i fornitori di software possono evitare i falsi positivi è pubblicare le loro app tramite Microsoft Store, come “per i clienti, app da Microsoft Store sono affidabili e verificati da Microsoft. ”

Tuttavia, se questa non è un’opzione praticabile, un altro modo è di firmare digitalmente i propri file con un certificato attendibile per assicurare ai consumatori che il software che scaricano si trova nello stesso stato di quando l’editore l’ha firmato. Inoltre, questi certificati non dovrebbero essere condivisi tra programmi o altri sviluppatori, come se fosse usato per firmare file dannosi, tutti i file che utilizzano quel certificato avranno anche una cattiva reputazione.

Microsoft ha anche detto ai venditori di rispettare la capacità del cliente di scegliere e di essere trasparente con loro. La compagnia dice che:

I clienti dovrebbero avere scelta e controllo su ciò che accade sui loro dispositivi. L’utilizzo di percorsi di installazione non tradizionali o nomi di software ingannevoli riducono la scelta e il controllo dell’utente.

L’offuscamento ha usi legittimi e alcune forme di offuscamento non sono considerate dannose. Tuttavia, molte tecniche vengono utilizzate solo per eludere il rilevamento antivirus. Gli sviluppatori dovrebbero astenersi dall’utilizzare imballatori non commerciali e software di offuscamento.

Un’altra cosa che Microsoft ha sottolineato che il software che viene fornito con programmi di installazione che offrono anche altri programmi di terze parti dovrebbe anche fare attenzione. Questo è importante perché se il programma in dotazione risulta essere dannoso, il file innocuo avrà anche una cattiva reputazione a causa dell’associazione. Infine, la società con sede a Redmond ha chiesto agli sviluppatori e agli editori di comprenderne appieno criteri di valutazione del rilevamento di malware . Detto questo, anche se un falso positivo è ancora rilevato da Windows Defender dopo aver seguito le suddette metodologie, i fornitori sono invitati a segnalare il problema alla pagina Web di Windows Defender Security Intelligence .

ARTICOLI RECENTI