Windows 12: Voci e Anticipazioni sul Prossimo Sistema Operativo di Microsoft

newArticolo: Windows 12: Anticipazioni e Voci sul Prossimo Sistema Operativo di Microsoft

Negli ambienti tecnologici in continua evoluzione, l’attesa per la prossima grande novità non si placa mai. Con il lancio di Windows 11, Microsoft ha sfatato l’idea che Windows 10 fosse la “versione finale”. Adesso il mondo della tecnologia è in fermento con pettegolezzi e congetture riguardo al prossimo passo avanti: Windows 12. In questo articolo, esploreremo le “anticipazioni su Windows 12: cosa sappiamo finora”, esaminando le speculazioni, le fughe di notizie e le poche informazioni concrete riguardanti questo potenziale rivoluzionario nel mondo dei sistemi operativi.

Uniamoci mentre ci addentriamo nel labirinto delle supposizioni informate, delle informazioni riservate e delle occasionali conferme per ricostruire un’immagine di ciò che Windows 12 potrebbe portare ai nostri PC. Continuerà la strada del perfezionamento tracciata da Windows 11 o si aprirà verso nuovi audaci orizzonti? Il profilo di configurazione vedrà un grande aggiornamento? In che modo il Windows Insider Program, l’equivalente di Microsoft di un account sviluppatore Apple, contribuirà al suo sviluppo? Vedremo un programma beta pubblico simile a WWDC per il feedback degli utenti? Affrontiamo insieme questa esplorazione.

Windows Insider Program: Uno Sguardo Anticipato a Windows 12

Il Windows Insider Program potrebbe fornire anticipazioni sui contenuti di Windows 12. Questo programma consente agli utenti di visualizzare anteprime delle prime versioni del sistema operativo Windows, contribuendo al processo di sviluppo fornendo feedback sulle prestazioni e potenziali bug. È probabile che le prime anticipazioni di Windows 12 saranno disponibili qui, con gli Insider che avranno un’esperienza di prima mano delle nuove funzionalità e migliorie.

Windows Central e Microsoft Ignite Keynote: Annunci su Windows 12

Windows Central, una popolare fonte di notizie su Windows, potrebbe fornire aggiornamenti regolari e approfondimenti sullo sviluppo di Windows 12.

Inoltre, il Microsoft Ignite Keynote, solitamente tenuto dal CEO Satya Nadella, è un’altra fonte potenziale di informazioni ufficiali su Windows 12. È probabile che annunci significativi sul sistema operativo, inclusa la data di rilascio e le caratteristiche principali, saranno fatti durante questo evento.

Windows 12: Voci sulla Data di Rilascio

Microsoft non ha ancora confermato ufficialmente l’esistenza di Windows 12. Tuttavia, diverse informazioni forniscono credibilità all’idea che una nuova versione di Windows possa essere in arrivo. In particolare, tutti i dati indicano che Windows 12 potrebbe essere rilasciato in qualsiasi momento nel 2024.

Secondo le intuizioni di Zac Bowden su Windowscentral.com, Microsoft sta passando a un nuovo ciclo di sviluppo di Windows, con una versione principale prevista ogni tre anni. Seguendo questo ciclo, possiamo aspettarci la prossima significativa versione di Windows, potenzialmente Windows 12, nel 2024.

Un noto leaker, famoso per informazioni precise su Intel, @leaf_hobby, ha indicato l’esistenza di Windows 12 in un tweet ora cancellato. Citato da VideoCardz.com, il tweet conteneva dettagli su un prossimo processore desktop Intel Meteor Lake, che curiosamente elencava Windows 12 nella sua lista di sistemi operativi.

Aggiungendo ulteriore combustibile al fuoco, il capo marketing per i consumatori di Microsoft, Yusuf Mehdi, ha menzionato “lo sviluppo di future versioni di Windows” durante un’intervista con The Verge. Sebbene questa affermazione possa semplicemente implicare un futuro aggiornamento, ha senso che una nuova versione principale faccia parte della roadmap di Microsoft.

Windows 12: Funzionalità

Tra gli aspetti più interessanti vi è l’impegno costante di Microsoft per modernizzare la piattaforma Windows attraverso un progetto denominato CorePC.

CorePC rappresenta il tentativo di Microsoft di creare una variante modulare e personalizzabile di Windows. L’intento è di adattare Windows a vari fattori di forma, consentendo diversi livelli di disponibilità di funzionalità e compatibilità delle applicazioni. Questa mossa riconosce la realtà che non tutti i PC Windows richiedono la piena disponibilità del supporto alle app Win32 legacy.

La principale novità di CorePC rispetto alle attuali versioni di Windows sta nella concezione della “separazione dello stato”. Microsoft ha introdotto questo concetto per i tentativi di Windows 10X, sottolineando quattro innovazioni fondamentali: aggiornamenti più rapidi, separazione dello stato, prestazioni semplificate del sistema operativo e integrazione senza soluzione di continuità con driver e app.

La separazione dello stato garantisce una chiara delineazione tra il sistema operativo, i driver e le applicazioni. Come descritto in Microsoft 365 Developer Day, la separazione dello stato consente al sistema operativo di scaricare gli aggiornamenti e passare ad essi dopo il riavvio. Questa funzionalità garantisce aggiornamenti più rapidi, con il processo potenzialmente richiedendo meno di 90 secondi.

Esperienze di Intelligenza Artificiale

Ma la rivoluzione non si ferma qui. Secondo Windowscentral.com, Microsoft sta anche puntando sulle esperienze di intelligenza artificiale come aspetto centrale dello sviluppo di Windows nel 2024. Le funzionalità avanzate di intelligenza artificiale, come la capacità di Windows di analizzare i contenuti visualizzati e fornire promemoria contestuali, sono attualmente in fase di sviluppo.

Questi promemoria consentirebbero agli utenti di avviare progetti o applicazioni basandosi sui dati visualizzati al momento. Alcune di queste funzionalità di intelligenza artificiale richiederanno hardware dedicato per funzionare, indicando il ruolo delle specifiche CPU di intelligenza artificiale nei futuri PC Windows.

Questi ambiziosi sforzi fanno tutti parte del lavoro preparatorio di Microsoft per CorePC. È questo lavoro preparatorio che, crediamo, porterà al rilascio del nuovo Windows, codenamed Hudson Valley. Mentre possiamo solo speculare sulle funzionalità di Windows 12 in questo momento, è chiaro che Microsoft sta spingendo per assicurarsi che il suo sistema operativo rimanga all’avanguardia dell’innovazione.

Aggiornamenti Desktop

Durante il keynote di Ignite 2022, Microsoft ha dato uno sguardo a questa interfaccia desktop aggiornata. Sebbene la presentazione sia stata breve, è stata sufficiente a suscitare la curiosità degli appassionati di Windows e a scatenare ampie speculazioni online. Una rivelazione degna di nota è arrivata da @FireCubeStudios, un affidabile leaker di Windows, che ha condiviso il ritaglio di Ignite 2022 su Twitter.

Si dice che la nuova interfaccia porti una serie di pratici aggiornamenti e nuove funzionalità. Uno di questi è una schermata di blocco e accesso ottimizzata per il touch, un aggiustamento molto atteso per gli utenti Windows che utilizzano dispositivi abilitati al tocco. Inoltre, sembra che ci sia un nuovo centro notifiche in fase di sviluppo.

Il sistema di notifica rinnovato potrebbe raggruppare le notifiche non solo per applicazione, come avviene attualmente, ma anche per persona. Questo cambiamento semplificherebbe l’esperienza dell’utente e renderebbe la gestione delle notifiche più intuitiva.

Taskbar Galleggiante e Nuove Funzionalità in Windows 12

Una delle nuove funzionalità più attese in Windows 12 è la taskbar galleggiante. Questa funzione, che distacca la taskbar dal fondo dello schermo, potrebbe offrire un’interfaccia utente più flessibile e intuitiva. Altre nuove funzionalità potrebbero includere aggiornamenti al menu Start, miglioramenti agli input touch e un supporto avanzato per penne digitali e input vocali.

Widgets Aggiunti alla Taskbar

Un’altra caratteristica entusiasmante è la possibilità di aggiungere widget direttamente al desktop. Consentire agli utenti di aggiungere widget sul desktop potrebbe fornire uno spazio di lavoro altamente personalizzato ed efficiente.

Una delle funzionalità più sperimentali in fase di sviluppo è una nuova funzionalità di sfondo dinamico. Questo strumento utilizzerebbe l’intelligenza artificiale per creare un effetto parallasse per gli sfondi 2D, conferendo un sottile effetto di profondità all’interfaccia utente. L’effetto di profondità risponderà ai movimenti del mouse o alle inclinazioni del dispositivo, migliorando l’esperienza coinvolgente nell’utilizzo del sistema operativo.

Questi aggiornamenti e funzionalità pianificate, se realizzati, sono destinati a migliorare significativamente la facilità d’uso e l’attrattiva visiva di Windows.

TPM e Secure Boot: Potenziamento della Sicurezza di Windows 12

Trusted Platform Module (TPM) e Secure Boot sono due importanti funzionalità di sicurezza previste per Windows 12. TPM è un microcontrollore dedicato progettato per proteggere l’hardware integrando chiavi crittografiche nei dispositivi. In Windows 12, TPM potrebbe essere utilizzato per garantire l’integrità delle funzioni di sicurezza e impedire l’accesso non autorizzato al sistema informatico.

Secure Boot, d’altra parte, è una funzione nell’Interfaccia Firmware Estensibile Unificata (UEFI) che aiuta a impedire il caricamento di software dannosi e sistemi operativi “non autorizzati” durante il processo di avvio del sistema. Questa funzionalità potrebbe essere un cambiamento significativo in Windows 12, fornendo un ulteriore livello di sicurezza e garantendo che il computer esegua solo software fidato.

Il Ruolo dell’Account Microsoft e di WDDM in Windows 12

Un account Microsoft fornisce un’esperienza completa e personalizzata su vari servizi Microsoft. In Windows 12, potrebbe svolgere un ruolo più centrale, forse essendo richiesto per determinate funzionalità o impostazioni.

Windows Display Driver Model (WDDM) è l’architettura dei driver grafici per i driver delle schede video che eseguono le versioni di Microsoft Windows a partire da Windows Vista. È una sostituzione del precedente modello di driver di visualizzazione Windows 2000 e Windows XP XDDM/XPDM ed è mirato a consentire grafica di migliore prestazione e nuove funzionalità grafiche e stabilità. In Windows 12, potremmo vedere ulteriori perfezionamenti o cambiamenti a WDDM, migliorando le prestazioni visive e la stabilità del sistema.

Windows 12: Previsioni sui Requisiti di Sistema

Se le voci sono vere, Microsoft potrebbe continuare con la tendenza di aumentare i requisiti con Windows 12. Il sito tecnico tedesco deskmodder.de ha ipotizzato che Microsoft possa aumentare il requisito minimo di RAM da 4 GB a 8 GB per Windows 12. Tuttavia, questo dato rimane non confermato in questo momento e va considerato solo come un’ipotesi.

Un’area chiave di attenzione per Windows 12 dovrebbe essere le capacità di intelligenza artificiale e, per supportare ciò, Windows 12 richiederà PC dotati di un NPU (Neural Processing Unit) o una GPU in grado di gestire l’elaborazione AI su dispositivo. Questo indica un passaggio verso una computazione più avanzata e solleva domande sulla possibilità di aggiornare per gli utenti con hardware meno potente.

Windows 12: Considerazioni Finali

Concludendo la nostra esplorazione delle “anticipazioni su Windows 12: cosa sappiamo finora”, è evidente che la prossima versione principale di Windows nasconde un’enorme potenzialità entusiasmante. L’attesa è particolarmente alta per un significativo accento sulle capacità di intelligenza artificiale, che potrebbero trasformare radicalmente il nostro modo di interagire con i dispositivi.

Data la recente traiettoria di Microsoft, le voci che circolano e le fughe di notizie occasionali, sembra molto probabile che il colosso tecnologico stia lavorando diligentemente alla prossima iterazione di Windows. Le speculazioni sugli aggiornamenti delle funzionalità e sui requisiti minimi del sistema stanno già facendo il giro del web. Tuttavia, attendiamo una conferma ufficiale per avvalorare queste affermazioni.

Ricorda, mentre le voci possono essere entusiasmanti, sono solo voci. Fino a quando non sentiremo direttamente da Microsoft, tutto ciò che possiamo fare è speculare e anticipare il potenziale che Windows 12 può offrire. Resta sintonizzato per ulteriori aggiornamenti mentre continuiamo a monitorare da vicino la situazione.

FAQ su Windows 12

Cosa possiamo aspettarci da Windows 12? Dalle informazioni finora disponibili, possiamo aspettarci che Windows 12 metta l’accento su strumenti e app focalizzati sull’intelligenza artificiale, schermate di blocco e accesso ottimizzate per il touch e sfondi dinamici, per citarne solo alcune possibili funzionalità.

Windows 12 ha un costo? Sebbene Microsoft abbia offerto importanti aggiornamenti di Windows gratuitamente agli utenti esistenti, si prevede che Windows 12 stesso non sarà completamente gratuito. Se attualmente non possiedi una licenza Windows, dovrai probabilmente acquistarne una per utilizzare Windows 12. Come sempre, i dettagli ufficiali sui prezzi verranno rivelati solo dopo l’annuncio ufficiale di Microsoft.

Nota: Questo articolo è stato redatto sulla base di anticipazioni e voci riguardanti Windows 12, e non contiene informazioni ufficiali confermate da Microsoft.

Windows 12: Voci e Anticipazioni sul Prossimo Sistema Operativo di Microsoftultima modifica: 2023-07-29T07:33:20+02:00da puma1973a
Reposta per primo quest’articolo